Il segreto di come avviare il proprio percorso verso il successo. Qualcosa che chiunque può fare e che pochissimi fanno davvero. Il punto di partenza per conquistare qualsiasi sogno.

Come e perché creare una società negli USA (gratuito)

Creare una società negli USA è un progetto affascinante che vi apre le porte di un mercato enorme e può porre le basi per un vostro futuro trasferimento negli Stati Uniti insieme alla vostra famiglia. Iscrivetevi a questa lezione gratuita che vi offrirà una panoramica dei principali benefici che potrete ottenere.

Cliccate qui e iscrivetevi subito al primo corso gratuito!

Modulo_0_Lezione_1

Una testimonianza che ci è appena arrivata  da una delle persone che hanno seguito il nostro percorso:

 

Chiunque viva e lavori ( o non lavori ) in Italia sa bene quale è la situazione.

Quindi è inutile e pleonastico ripetere quel che si sa.

Io ho sentito sulla mia pelle, sul lavoro e nella mia ” vita di tutti i giorni ” i primi segnali di quel che è oggi il nostro Paese.

In macchina, rimuginando su tutto il decadimento sociale che trovavo intorno a me, mi è capitato di ascoltare una rubrica in onda sulla radio di confindustria  Radio 24.

Il titolo della rubrica era : Voglio Vivere Così.

A Roma, su quella tangenziale, quel giorno, in quella puntata, la storia ospite era quella di un Italiano che aveva fatto armi e bagagli, con una moglie, i suoi 2 figli gemelli ed una strabiliante dose di coraggio, ed era approdato, tramite alcuni suoi amici già residenti in loco, in Florida, USA.

Guidavo ed ascoltavo.

Ascoltavo e pensavo.

Pensavo e decidevo.

Tornato a casa, mi sono messo alla ricerca di quell’Italiano che mi aveva toccato, a sua insaputa, alcune corde interiori che facevo da tempo finta non esistessero.

Lo trovai. Lo contattai.

Scritta la mia e-mail, ne ricevetti una sua di risposta.

Ancora oggi lo ringrazio per quella che all’epoca ed ancora oggi mi piace chiamare, La Spinta.

Avevo visto la Guerra dei Roses da poco in lingua originale e mi ricordai di una frase che diceva Michael Douglas all’algida Kathleen Turner….

SOMETIME YOU NEED A LITTLE PUSH….

Bhe, quell’Italiano me l’aveva appena data.

Ci siamo scritti e riscritti. Ho studiato e ristudiato quello che le sue parole mi avevano fatto intravedere. Mi sono informato in giro. Ho verificato.

Poi…

Poi, un bel respiro e ho cominciato ad aprire la porta per un diverso orizzonte.

Ho iniziato un percorso con quell’Italiano.

Lui ha curato la formazione di una mia Società  negli stati uniti.

Professionale, preciso, corretto e esplicativo. Serio.

Quell’Italiano, mentre produceva documenti necessari al passo che stavo facendo, li spiegava.

Mai esoterico. Chiaro e comprensivo dei tempi a me necessari per capire, verificare e ragionare.

Io so quali e quanti consigli ho ricevuto da quell’italiano.

Io so quanto prezioso è stato per me quell’Italiano.

Avuta la mia Società formata, ho iniziato i miei primi passi da Imprenditore negli States.

Sono passati 3 anni ormai.

Io so quanto ho realizzato in termini economici e lavorativi.

Quello su cui voglio porre l’accento però è quanto ho guadagnato in termini di prospettive.

Il Futuro non è più cupo come lo vedevo allora e come, forse ancor di più, lo vedo oggi.

Quell’Italiano mi aveva a sua insaputa dato molto di più di un’ottima consulenza Societaria ed Imprenditoriale. Mi aveva dato le tronchesi per spezzare la rete zincata che mi teneva rinchiuso in quella grigia e stretta realtà nella quale ero costretto a vivere confrontandomi con persone maleducate, mentalmente chiuse quando non profondamente ignoranti del mondo, piene di pregiudizi basati sui sentito dire ed invidiose di ogni minimo slancio culturale, lavorativo o imprenditoriale.

Mi ha regalato una bussola ed aperto la porta verso nuovi lidi da esplorare e conoscere.

E così mi sono messo in viaggio.

Continuerò ad usare questa metafora.

Diciamo così… sono 3 anni che cammino e….ed il panorama è bellissimo.

Non credo serva dire di più. Le meraviglie americane rispetto alla realtà a volte cruda e frustrante Italiana possono essere apprezzate solo vivendole perché’ raccontandole, sembrano fantasie per chi come lo ero io è bloccato a guardare il proprio ombelico Italiano.

Quell’Italiano non me le ha svelate.

Di più.

Mi ha dato la possibilità di scoprirle da solo.

Quell’Italiano si chiama Roberto Mazzoni.

That’s it and that’s all folks.

JUMP ! ” M. R.

Powered by WishList Member - Membership Software